La Storia dello Yorkshire Terrier

Le Origini dello Yorkshire Terrier

Parrà strano a molti che lo Yorkshire Terrier, oggi assai popolare tra le persone eleganti e raffinate, abbia origini molto modeste.

Navigare Facile

Si pensa che l'albero genealogico del cane risalga alla seconda metà del diciannovesimo secolo, ma non vi è certezza sulla data di nascita della razza tanto amata da milioni di persone. In merito alla patria dell'animale vi sono, invece, maggiori informazioni, come si evince dal nome dato al cucciolo originario dello Yorkshire, una contea settentrionale dell'Inghilterra.

Non sappiamo precisamente chi abbia avuto l'intuizione di tentare molteplici incroci tra razze diverse di cani, forse degli operai inglesi, ma tutti noi possiamo ammirare l'esimio risultato ottenuto! Come in molti altri casi, lo Yorkshire è nato per esigenze pratiche, ovvero la con la finalità di creare un animale di piccole dimensioni perfetto per cacciare i topi nelle case meno spaziose.

Lo Yorky ha, infatti, avuto origine da una serie di incroci tra esemplari di Manchester e di Skye Terrier, celebri per le loro doti nello stanare le prede, grazie all'enorme agilità e furbizia. L'estrema intelligenza e vitalità sono state trasmesse anche ai piccoli Yorkshire che via via hanno ingentilito il loro aspetto attraverso successive trasformazioni.

Food

La metamorfosi più eclatante riguarda il pelo che si è trasformato da crespo a liscio, per merito di incroci mirati e delle molte cure assicurate all'animale. Molti proprietari sanno bene i segreti per mantenere liscio e brillante il pelo, lavandolo, pettinandolo ed ungendolo con olio di mandorle.

Gli esemplari da esposizione vengono poi sottoposti a veri e propri trattamenti di bellezza che includono anche una sorta di bigodini per la messa in piega. I proprietari che, al contrario, prediligono una maggiore naturalezza si limitano al lavaggio e alla spazzolatura del pelo, per evitarne i nodi, completando eventualmente l'opera con un piccolo fermaglio che eviti al ciuffo di coprire i vispi occhietti!